domenica 20 marzo 2011

Zeppole di San Giuseppe



Auguri a tutti i papà 
 e a chi festeggia il suo onomastico.
 
Avevo già in mente di fare le famose “zeppole di San Giuseppe”, le vedevo su vari blog già quest’inverno, le ha fatte persino la mamma del mio ragazzo (buonissime) apposta per me :) per farmele assaggiare! :P Io le assaggiavo solo di questa festa, comprate in pasticceria e sono carissime nemmeno a farle con i guanti!! Anche se ahimè, a mie spese :D ho capito perché sono così care: ve lo spiegherò più giù! Pero le amo tantissimo, il loro sapore mescolato con la crema e le amarene sciroppate, mamma mia non posso farne a meno: LE AMARENEEEEE!!! :P

Le zeppole sono fatte con il classico impasto “choux”. Ci vuole molta forza nelle braccia tempo se vorrete dedicarvi a questa preparazione, ma vi assicuro che ne guadagnerete pienamente!
Le ho preparate tranquillamente, anche se devo dire che quando pensavo di fare le zeppole temevo che non uscissero perché io non ho gli strumenti adatti, o meglio ho le fruste elettriche ma non supportano a lungo la forza di un impasto pesante e duro come si presenta la pasta “choux”. Invece l’impasto è venuto perfetto, e man mano che mettevo le uova veniva sempre meglio. I nervi sono venuti non appena ho dovuto usare la “sac a poche”. Mettere la pasta choux lì dentro è una vera impresa perché non sai come farla scendere perché si appiccica alle pareti della sacca e se non stai attenta si appiccica e si chiude.
Alla fine, pena la perdita di un po’ di pasta, ho mandato a quel paese la sacca e ho preso la mia fidata siringa, certo ad ogni zeppola la riempivo e ne usciva solo una per volta, ma ne ha guadagnato la mia calma! :D
Io ci ho litigato un po’ con la cottura, nel senso che anche a tenerle nel ripiano più alto non cuocevano dentro, rimanendo crude e troppo cotte sotto. Sono andata a spulciare qualche blog e nessuno tra i pochi che ho consultato, pur parlando di zeppole, consigliava la ottura adatta ma la ometteva, dicendo che si potevano friggere o cuocerle al forno! Boh! Per cui ho fatto di testa mia e in preda alla fretta non potevo modificare perché non volevo rischiare di buttar tutto. Per chi passasse di qui, mi farebbe piacere un consiglio personale, per chi le ha fatte :) (io ho un forno a gas, di quelli classici/vecchi “Ariston”, ma per farmi un’idea anche chi possiede altri tipi di forni può dirmi la sua!) ;)


Ricordatevi che il gusto delle amarene fa la differenza per cui, trovate le amarene, costicchiano un po’ e in alcuni paesi non sono facili da trovare, ma senza non sentirete nulla, saranno come dei bignè senza sapore. Amareneeeeee GNAM GNAM!!
E fatele se avete tutta la mattinata disponibile perché ci metterete tanto, più che altro perderete tempo all’inserimento delle uova perché dovete aspettare che vengano assorbite! Perciò fate tutto con calma! Altrimenti rimandate! ;)

Ed ecco a voi le mie zeppole! GNAM GNAM



 
Zeppole di San Giuseppe
(per circa 20 zeppole, io ne ho fatte 12 grandi e 8 piccole, ma ne possono uscire anche 2° grandi, se non perderete un po’ d’impasto per la cucina come me) :D

Ingredienti
Per l’impasto
 500 ml di acqua
150 gr di burro
50 gr di strutto (io ho usato l’olio di semi di girasoli)
5 gr di sale (un cucchiaino scarso)
500 gr di farina
9 uova medie da 50 gr circa (in base all’impasto ne può servire qualcuno in più)

Per la crema
1 uovo
3 cucchiai di zucchero
2 cucchiai di farina
Mezzo litro di latte
Scorza grattugiata di mezzo limone
Per decorare

Per decocare
Amarene sciroppate



Per l’impasto
Procedimento:
Mettere sul fornello una pentola con acqua, burro e lo strutto (in mancanza olio) con un pizzico di sale.
Portare a ebollizione e dopo togliere la pentola dal fuoco. Versare in una sola volta la farina e mescolarla con una spatola di legno fino al completo assorbimento. 
Rimettere sul fuoco, continuando a mescolare al fine di asciugare la pasta che risulterà tale al momento che si staccherà dalle pareti e dal fondo della pentola, fino a sentire un rumore come se stesse friggendo, apparirà sul fondo anche una patina chiara attaccata. Togliere dal fuoco e farlo raffreddare un po’, continuando a mescolare di tanto in tanto.
Utilizzate le fruste elettriche (se adatte a supportare tanta pesantezza di un impasto duro) o fate a mano con un cucchiaio di legno. Si può tranquillamente fare a mano, ci impiegherete di più, però dovete avere molta forza. ;) Unire le uova una ad una. Prima di inserirne un altro dovete essere sicuri che l’uovo sia stato incorporato ed assorbito per bene nell’impasto. L’impasto deve presentarsi morbido ed elastico ma compatto.
Per le zeppole al forno:
Preriscaldate il forno per 20 minuti a 180° e rivestite una teglia o più teglie con carta forno.
Riempite una sac a poche (odiosa, io uso la siringa ci metto di più, però almeno m’innervosisco di meno e butto anche meno impasto) con bocchetta a stella grande, (mi raccomando non eccessivamente stretta altrimenti durante la cottura nel gonfiarsi, perderete la classica forma rigata) e spremendo, formate sulla teglia degli anelli, come se fossero ciambelline.
Infornate per 20 minuti circa, forse più, alternando le teglie a 180°C per i primi 10 minuti poi abbassate un po’ per i minuti restanti, regolatevi con il vostro forno.
PS: Io dico sempre che il mio forno va a fiducia, perché conosco i suoi tempi e so che se sono 20 non mi tradirà, però mai dare per scontato, perché un impasto è diverso dall’altre e così vale anche per le ogni preparazioni ;)

Sfornate le zeppole e lasciarle intiepidire giusto il tempo di preparare la crema.


 Per Farcire e decorare:
Per la crema
In una terrina sbattere l’uovo e metterci 3 cucchiai di zucchero e setacciarvi 2 cucchiai di farina.
Ponete sul fuoco lento e versarvi a filo il latte, continuando a mescolare, girando in un senso.
Girate continuamente, fino a cottura avvenuta, la crema dallo stesso senso, potete fare orario, così abituandovi non vi confonderete nel pensare di aver girato anti-orario. Appena la crema inizia a dare segni di bolle, come se scoppiettasse, vuol dire che manca relativamente poco. Quando vedete che la crema comincia ad addensarsi e a prendere una densità consistente, potete spegnere e togliere dal fuoco.

Aprite a metà, a mo di panino, le zeppole e farcire con l’aiuto di una siringa per dolci, spremendo un anello di crema, ma se volete una cosa meno lineare e preferite mettere più crema o meno crema a vostro piacimento, potete farlo tranquillamente anche con un cucchiaino. Tagliare le amarene a metà e metterne 3 all’interno di ogni zeppola. A vostro gusto, ma soprattutto in base a quante amarene avete a disposizione potete metterne di più, a mio avviso le amarene nelle zeppole non sono mai poche e non guastano mai!! :P
Chiudete le zeppole, spolverizzare con zucchero a velo. Con la crema rimasta spremere un ciuffetto abbondante lungo tutto il buco della zeppola, riempendola e facendone uscire un po’ e adagiarvi sopra un’amarena sciroppata sgocciolata dallo sciroppo.

Disporre le zeppole in bella vista su una guantiera da portata eeeeeh Voilà!
Io le ho messe così, solo che non ho fatto la foto della guantiera, ma immaginatele, 6 zeppole, su una guantiera media argentata con i manici e il contorno con dei cordoni fini in rilievo e la base ricamata con dei disegni tipo onde e fiori. ;)

18 commenti:

  1. Ti sono venute veramente belle!!!
    Mentre per la cottura non so che dirti, dato che le poche volte che le ho fatte le ho sempre fritte.
    Ciao!

    RispondiElimina
  2. Grazie Stefania! :D si, mi sono venute molto belle esteticamente, proprio coem quelle che comrpav oin pasticceria! :) Ed anche buone, mi sono semrpe piaciute! :)
    Grazie comunque per la cottura! ;)
    A presto

    RispondiElimina
  3. Le zeppole...buoneeeeeee! E'vero ti son venute benissimo, brava! Bacioni e complimenti per il blog! Bacioni!

    RispondiElimina
  4. Gnam! Gnam!
    Sono molto belliiiiiiiii.
    Ho proverò domani la tua ricetta.Grazie

    RispondiElimina
  5. grazie ragazzi! :)

    @ka: sono felice che il mio blog ti piaccia.

    @ La Raffinata da Yanna: grazie! Fammi sapere appena le prepari miraccomando, magari mi dici la tua sulla cottura! :)

    RispondiElimina
  6. Wow,ti son venute benissimo!!! Complimenti e buon week end ^_^

    RispondiElimina
  7. Devono essere buonissime ...Un saluto e un lettore in più "cioè io ".Daniela.

    RispondiElimina
  8. @ Nel cuore dei sapori: che piacere sentirti Francesca! Grazie mille per la tua visita! Buon week anche a te, ahimè manca ancora un pò per finire questa settimana però :D

    @ Daniela: benvenuta! Ho ricambiato con piacere la tua visita! Passa di qui quando vuoi e complimenti anche a te per il tuo blog! ;)

    RispondiElimina
  9. Ma che belle che sono! Non le ho mai fatte anche se è da tanto che le ho in mente! Sarà perchè temo la sac a poche... non la sopporto per il tuo stesso motivo, l'impasto si appiccica tutto alle pareti e vengono i nervi anche a me! Un abbraccio e complimenti!

    RispondiElimina
  10. buone le zeppole, sicuramentele proverò, grazie per essere passata, anche io adoro la Gran Bretagna, appena posso mi fiondo a Londra, col fatto che da torino c'è il low cost con la ryanair ne approfitto, appena riesco pubblico delle foto (a dire la verità ho un post dormiente mezzo pronto che sta solo aspettando le foto per essere pubblicato) l'ultima volta sono andata a fine gennaio e spero di tornarci presto, quando ci sarà la prossima buona offerta!!!!
    visiterò di sicuro il tuo blog sulla Gran Bretagna.
    A presto.
    Ilaria.

    RispondiElimina
  11. ciao federica..
    le zeppole di s.giuseppe non tramontano mai e poi sono molto buonissime...le tue sono molto belle e anche buonissime..complimenti...
    by lia

    RispondiElimina
  12. fede per la torta al barolo si puoi usare qualsiasi tipo ma che sia bello poroso ..provala vedi resterai soddisfatta ..anch io sentivo sempre parlare di questa torta ma poi mi son fatta dare la ricetta e per essere sincera ci e piaciuta tanto pensa anche a mio figlio che ha 8 anni...
    un abbraccio da lia

    RispondiElimina
  13. ciao federica!! grazie anche a te!! anche le tue zeppole sono fantastiche, io le ho cotte in forno elettrico a 225° per 25 minuti, se ti sembrano crude è forse perchè hanno bisogno di asciugarsi un pò....io le faccio sempre il giorno prima così x quando poi le riempio con la crema sono perfette e non più mollicce all'intero :P

    RispondiElimina
  14. ciao! mmmm che golose queste zeppole!!! ;-)

    RispondiElimina
  15. @ marifra79: ciao Marifra, si anch'io la odio a priori la sac a poche, ma ti posso garantire che vengono stupende anche con una siringa per dolci, ci metti un pò di più perchè per la capienza della siringa ne riuscirai a fare al mass una alla volta però ti assicuro che ci peni di meno e risparmi sui nervi ;) Chiaramente devi stare molto attenta a mantenere con le dita ben fermo la bocchetta a stella perchè con la pressione dello stantuffo scappa spesso, specie con le mani impiastricciate di crema choux! :D ahahah

    @ Ilaria: Mi fa piacere! Comunque il mio secondo blog è nata come un idea Irlandese per cui tratterà più di quello e di tutto ciò che riguarda la cultura inglese e simili! Spero solo di poterlo aggiornare presto... ;) Anch'io mi informo spesso sulle offerte è i low cost della rayanair sembrano ottimi! Per qualche idea o confronto saprò a chi rivolgermi! ;)

    @ Natalia e pina: grazie mille per la vostra visita! Vero non tramontano mai! :P meglio così allora almeno con la scusa continueremo a papparcele tutte noi! :P
    Ilaria ci proverò con la torta di vino, si userò un vino ad alta gradazione o comunque media, credo dal 14 in su vada bene, anche se un 18 sarebbe il massimo della dolcezza, ma forse un pò pesante, credo sia sempre meglio un vino imbottigliato, chiaramente, ne guadagnerà in più nel profumo e gusto! ;)

    @ Zasusa: Grazie per i tuoi consigli, solo che avendo un forno a gas purtroppo il problema è asciugare bene perchè durante la cottura il calore si concentra in un solo punto e ovviamente tende a cucinarsi presto e se stanno di più c'è il rischio di bruciarle fuori senza farle alzare e cuocerle bene dentro, per cui devo regolarmi bene e perfezionare ogni volta impasti particolari come questa, dove cosa fondamentale è l'asciugatura.
    Ma tu credi che debba aprire un pò lo sportello del forno, giusto una fessura come per le meringhe? In fondo anche in entrambi i casi devono asciugare, vero? Però potrebbero appiattirsi le zeppola? Tu che ne pensi? ;)

    @ Fairyskull: grazie per la visita, posso offrirti una zeppolina virtuale? :P

    Grazie a tutte voi ragazze! Sono felice che apprezziate e che vi piacciono le mie idee culinarie!
    Un abbraccio fortissimo ad ognuna di voi! Buon Pomeriggio!! ;)

    RispondiElimina
  16. fede, non saprei se ti conviene aprire il forno....secondo me un pò si abbassano...fai alcune prove, solo tu puoi imparare a conoscere il tuo mostro....

    RispondiElimina
  17. ciao!!!
    grazie per essere passata da me e per il follow :)
    ti seguirò volentieri!

    ma quella cremina lì, cosa non è??!! :D

    RispondiElimina
  18. Che belle anche queste.... bravissimaaaaaaaaaa..... e chissà che buone :P

    RispondiElimina

Il vostro commento mi renderà felice!
Se ti piace il mio blog, seguimi! Registrati tra i "follower me" ;)